CONTENUTO DELLA PAGINA

CULTURA E TURISMO

CULTURA E TURISMO

Gastronomia

Terra di pascolo e boschi folti, ideale rifugio per una variegata fauna, la Barbagia rispecchia anche a tavola queste sue caratteristiche primarie. I piatti tipici sono essenziali, come l’agnello e il maialetto, cotti sugli spiedi, secondo una secolare tradizione che proviene dalla cultura agropastorale ancora radicata nel territorio.

Accanto ai piatti dai sapori rudi e generosi, come l'agnello, il cinghiale o il maialetto, cotti nella maniera più essenziale sugli spiedi,

Gastronomia

Arrosto

si trova una radicata tradizione di produzione dolciaria che ha nella finezza l'elemento più invitante. Ricordiamo il 'gattò' di Tiana e Atzara, un croccante di mandorle alto non più di un centimetro; i 'fruttinas' di pasta di mandorla, prodotti in particolare a Ovodda e Tiana; i 'caschettes' di belvì, dolci di sfoglia sottilissimi, ottenuti da un impasto di miele e nocciole; i 'pistiddi' e il 'maricosu', una sorta di meringa, caratteristici di Ovodda; i 'candelaos', fatti ad Atzara con mandorle tritate e zucchero.

Gastronomia

Belvì - caschettes

Bisogna naturalmente ricordare anche i primi piatti quali i 'culurgiones', ravioli di patate, 'sa fregula' di Austis, palline di semola condite con il sugo, le diverse qualità di pane, il miele di castagne, di corbezzoli e di cisto, il formaggio, il prosciutto e i salumi di Desulo.

Gastronomia

Manifattura della ricotta

Gastronomia

Miele

Torna all'inizio della pagina

AIUTI, SOTTOMENU DELLA PAGINA E ALTRE SEZIONI DEL SITO

Torna all'inizio della pagina